martedì 23 agosto 2016

Giunto a destinazione trasporto eccezionale: Skid da 38 tonellate

Questo trasporto eccezionale, organizzato da Cippà trasporti, ha raggiunto la sua destinazione finale in Olanda, dopo un viaggio di oltre 1000 km attraverso il nord Europa.


 


 Trattasi di uno skid, ovvero un impianto modulare ed autonomo, costruito con caratteristiche specifiche, con lo scopo di coadiuvare il funzionamento di impianti industriali più complessi.




Caratteristiche:

Materiale trasportato: SKID 
Dimensioni: 22 metri
Peso: 38 tonellate
Km percorsi: 1170

Organizzare il trasporto di un oggetto simile richiede grandi competenze, cura ed attenzione per organizzare il tutto al meglio.
Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci QUI.

lunedì 18 luglio 2016

A partire dal 1° Luglio 2016 entrerà in vigore la nuova regolamentazione SOLAS !


Verifica del peso lordo del container (VGM)

A partire dal Luglio 2016 entrerà in vigore la nuova regolamentazione SOLAS Safety of
Life at Sea - una Convenzione introdotta  dall'organizzazione  Marittima  Internazionale 
(IMO) al fine di garantire  la sicurezza della navigazione mercantile e tutelare la 
salvaguardia della vita in mare. La normativa rende obbligatoria la verifica del peso della 
massa lorda (VGM Verified Gross mass) come requisito per l’accettazione  del container 
all'imbarco.


APPLICAZIONE IN ITALIA 

Il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, in data 5 Maggio 2016, ha emanato il Decreto Dirigenziale
447/2016, che stabilisce disposizioni transitorie valide dal 1 luglio 2016 al 30 giugno 2017.

Con questo decreto si è prevista la possibilità di utilizzare strumenti di misurazione diversi da quelli previsti dalla Convenzione  SOLAS, purché l’errore massimo di questi non sia superiore a due volte e mezzo quello previsto per la stessa tipologia di strumenti approvati (cioè aventi caratteristiche analoghe e conformi alla normativa originaria) e non sia comunque superiore a +/- 500 kg.
      È ammessa  una tolleranza  pari al 3% del peso verificato  (VGM) in caso di controlli  e verifiche prima dell’imbarco


CHE COSA È IL VGM ?

Il   VGM   corrisponde    al    peso della   merce, del  suo  imballo, dell’eventuale materiale di rizzaggio, sommato alla tara del contenitore stesso




METODI PER IL CALCOLO DEL VGM


lunedì 2 maggio 2016

Trasporto urgente ? Abbiamo le soluzioni che fanno al caso tuo !


Per maggiori info e preventivi scrivici subito a :
info@cippatrasporti.ch
oppure chiamaci al 0041 91 695 17 77 - Maikol Soares

giovedì 28 aprile 2016

Trasporto Eccezionale in vista ? C-SIAMO !



                    Presentazione  Trasporti Eccezionali



Da diversi anni operiamo in settori quali Energia, petrolchimico, Impiantistica, edilizia, industria manifatturiera, nautica, silos e serbatoi e piu’ in generale nelle spedizioni nazionali ed internazionali sviluppando così un reparto che si occupa del trasporto di merci fuori misura in tutto il mondo.
La nostra struttura grazie anche alla rete di trasportatori e corrispondenti possiamo supportarvi per ogni tipo di esigenza.


                           Nulla è lasciato al caso, tutto è curato nel dettaglio

La scelta dell'itinerario giusto e la richiesta dei permessi sono un passo importante e delicato per il buon esito di un trasporto eccezionale. La conoscenza aggiornata delle strade e della loro effettiva percorribilità nel momento della spedizione è un prerequisito indispensabile per consegnare nei tempi stabiliti. Per questo è importante conoscere le altezze massime da rispettare, la portata dei ponti e dei viadotti, i tratti da chiudere momentaneamente al traffico normale per poter selezionare e adattare l'itinerario in base alle dimensioni del trasporto, alla sua specificità, e soprattutto  avere  un  "piano  b"  pronto  da  usare  in  caso  di imprevisti.



PERSONALE COMPETENTE, DINAMICO E INTRAPRENDENTE, PREZZI ACCATTIVANTI FANNO LA DIFFERENZA NEL MERCATO DEI TRASPORTI.


RICHIEDI SUBITO LA CONSULENZA DI UNO DEI NOSTRI ESPERTI DEL SETTORE !


Cordiali Saluti

Cippà Trasporti SA - CH - 6830 Chiasso

Via M. Comacini, 7 - VAT NO. CH 266940

Tel. +41 91 695.17.77 - Fax. +41 91 695.17.79






martedì 5 aprile 2016

Paraplegico attraversa la Cina in sedia a rotelle

immagine da fznews
Il ventinovenne Quan Peng è impegnato in una grande sfida: sta attraversando la Cina a piedi. O meglio, in sedia a rotelle, perchè il ragazzo infatti è paraplegico. Quan è partito da Pechino il 31 agosto 2014, e ha percorso finora 2.800 km, toccando la città di Fuzhou qualche giorno fa. Il suo viaggio però è ancora lungo, perché la sua intenzione è di arrivare all’estremo sud della Provincia di Hainan, ad altri 1.700 km da Fuzhou.
Quando aveva 17 anni, Quan è stato operato per rimuovere una massa tumorale sulla spina dorsale: i chirurghi sono riusciti a rimuovere il tumore, ma purtroppo nell’intervento sono rimaste lesionate alcune connessioni nervose, lasciando il giovane paralizzato per sempre dalla cintola in giù.
Il destino mi ha tolto la libertà, e dovevo lottare per riprendermela”, ha raccontato ai giornalisti Quang. Ma il viaggio non è stato facile, specie all’inizio: il primo giorno, la fatica è stata talmente tanta che si è addormetnato stremato per strada. Ma un po’ alla volta le cose sono diventate più facili e più divertenti: Quang era più allenato a fare lunghi percorsi in sedia a rotelle, e un po’ alla volta ha iniziato a fare amicizia con chi incontrava per le città che attraversava.
Il lungo viaggio, col tempo, ha iniziato ad avere anche un altro messaggio: quello di sensibilizzare sull’importanza di avere nelle città percorsi accessibili per i disabili: Quan infatti ha iniziato a documentare nelle varie città gli ostacoli che si trovava ad incontrare in sedia a rotelle. E non sono mancate alcune rovinose cadute, dovute al fatto che mancavano delle rampe di accesso ed ha dovuto tentare di passare da scalinate e dislivelli.

mercoledì 16 marzo 2016

La cyclette-lavatrice, per pulire i vestiti risparmiando!

immagine da tuvie.com

Un gruppo di studenti della Dalian National University, in Cina, ha ideato una cyclette-lavatrice, in cui il lavaggio dei vestiti viene azionato dai pedali. Il concept è nato cercando di unire due trend che hanno importanza sempre crescente in tutto il mondo: quello dell’esercizio fisico e quello dell’ecosostenibilità.
Il curioso oggetto, battezzato “‘b.w.m” (abbreviazione di Bike Washing Machine) è dotato di un cestello da lavatrice posizionato al posto del volano della cyclette, che viene azionato dai pedali. Allo stesso tempo l’energia in eccesso può essere immessa nella rete elettrica, grazie ad appositi collegamenti elettrici.
Fare bicicletta è un esercizio fisico molto comune, e fare il bucato è qualcosa che si fa se non ogni giorno almeno una volta a settimana. Quindi perché non unire le due cose in un unico esercizio utile?”, spiegano gli ideatori.
Ci vorrà comunque ancora del tempo prima che “B.W.M.” arrivi sul mercato, dato che adesso il prodotto è ancora allo stato di concept. L’idea appare interessante, ma probabilmente andrà sviluppata maggiormente, anche per tenere maggiormente conto del fatto che i cicli di lavaggio delle lavatrici in realtà non prevedono che il cestello giri sempre a velocità costante (e neppure sempre nello stesso senso), anche se ovviamente la cyclette-lavatrice non nasce certo con l’intenzione di offrire il miglior lavaggio possibile per i capi, quanto quello più ecologico.